Palazzo Pamphilj e il Collegio Innocenziano

Palazzo Pamphilj e il Collegio Innocenziano, Via di Santa Maria dell'Anima 30, 00186 Roma

Palazzo Pamphilj

Innocenzo X e la famiglia Pamphilj
L'edificio che ospita la Terrazza Borromini è il secentesco 'Collegio Innocenziano' che sorge in un area rilevante per testimonianze archeologiche.

L'area di piazza Navona,in epoca romana era occupata dallo Stadio voluto dall'imperatore Domiziano nell' 86 d.c., un'imponente costruzione ellittica in travertino che per quasi quattro secoli ha ospitato gare atletiche. Dopo il V secolo, lo Stadio andò progressivamente in rovina, ma la sua arena, nota come Campus Agonis (Campo dei Giochi), continuò ad accogliere giostre, feste e spettacoli di ogni genere.

La presenza dello Stadio nei secoli successivi determinò la morfologia dell'area che nel tempo vide sorgere, in particolare dal XV secolo, palazzi signorili di illustri famiglie romane. Nella prima metà del Seicento l'insieme di edifici che delimitava la piazza si arricchì di nuovi prestigiosi elementi architettonici, fra cui la costruzione della famiglia Pamphilj.

Palazzo Pamphilj Inside/Outside
La storia del Palazzo

Il progetto fu affidato a Francesco Borromini, genio assoluto dell'architettura barocca e molto stimato dadal papa, che lo volle alla sua corte. Borromini iniziò i lavori nel 1654, pianificando una struttura a pianta quadrata che si estendeva tra via di Santa Maria dell'Anima e via di Sant'Agnese in Agone con affaccio su piazza Navona e caratterizzata da un forte verticalismo.

La Terrazza Borromini si staglia al quinto e sento piano, confinando con la sacrestia della chiesa di Sant'Agnese in Agone e regala al visitatore una delle viste più belle di Roma. L'interno ha una distribuzione degli spazi semplice e ripetitiva, secondo i canoni dell'edilizia collegiale.